6 SEGNALI PER CAPIRE CHE DEVI CAMBIARE VITA

 In "Pillole di PNL"

Secondo Abraham Maslow (psicologo statunitense) le persone hanno un bisogno innato di realizzare il loro potenziale, di essere auto-realizzate.

Fa parte del nostro DNA: quando le sfide che abbiamo di fronte sembrano adattarsi perfettamente ai nostri punti di forza , ci sentiamo pienamente impegnati, assorbiti nel compito.

Ci sentiamo più vivi, più soddisfatti, e probabilmente, più felici, quando non ci mettiamo in discussione, e quello che stiamo facendo ha un significato più grande di noi stessi.

Eppure, molti di noi, non sembrano in grado di rispondere pienamente alla domanda: “è davvero questa la vita che sono destinato/a a vivere?

Se anche voi non avete una risposta precisa, leggete i seguenti 6 punti che vi aiuteranno a capire se la vita che state vivendo non fa per voi:

Intorpidire i propri sentimenti

Bere troppo, lavorare troppo, comprare troppo, mangiare troppo, giocare d’azzardo, stare troppo tempo su internet… sono tutti modi in cui possiamo intorpidire i nostri sentimenti.

E il motivo è che stiamo cercando di “sentire” qualcosa di diverso da quello che stiamo sentendo in quel momento. Perché quello che sentiamo probabilmente è disagio, insoddisfazione, senso di inquietudine. Ed è un segno, un segno che qualcosa non va. La necessità di distrarsi dal disagio è un modo per evitare di affrontare la realtà, una realtà che, evidentemente, non piace.

Invidiare il successo altrui

Osservando la vita degli altri dall’esterno, ognuno può sembrare meglio di noi: chi ha più soldi, chi una casa più grande, chi un bel lavoro, una vita più movimentata…

Se vi trovate a invidiare i successi degli altri è perché vorreste avere quello che hanno loro, e questo significa che non siete contenti di ciò che avete.

Cercare costantemente conferme

Tutti noi apprezziamo le lodi, non c’è nulla di male. Quando però la lode o l’apprezzamento diventa il barometro col quale determiniamo se stiamo facendo la cosa giusta o sbagliata o, addirittura, se siamo giusti o sbagliati noi , questo è un chiaro segno che abbiamo dei dubbi! Ed è proprio il nostro dubbio, la sensazione che il nostro sentimento forse non è buono, giusto o intelligente, il segnale che forse non stiamo facendo quello per cui siamo destinati. Perché quando si sta facendo ciò per cui si sente la “chiamata” , non si hanno dubbi, e non si sente la necessità di avere conferme esterne.

Sentirsi vuoti

Tutti possiamo sentirci soli, isolati e vuoti di tanto in tanto, ma se vi trovate con una sensazione cronica di vuoto, di nuovo, è un segno che qualcosa non va. Spesso ciò che manca è la sensazione di avere uno scopo, perché il vuoto è ciò che si prova quanto si sta vivendo una vita priva di significato.

E’ quando ci si sente come se nulla facesse davvero la differenza. Invece, quando facciamo quello per cui siamo destinati, ci si sente in dovere di farlo, perché sappiamo che fa la differenza!

Sentirsi facilmente frustrati

La frustrazione è un come una luce rossa lampeggiante. Si tratta di un segnale di allarme, e spesso precede un atto impulsivo, come uno scoppio di rabbia. Ma la frustrazione è lì per un motivo, ed è sbagliato non prestarvi attenzione.

Perché l’insoddisfazione cronica, la sensazione che le cose non sono come dovrebbero essere, è un segno che forse questa non è la vita per noi.

Non avere una direzione

Molti di noi conoscono sicuramente qualcuno che ha grandi idee, proposte interessanti, senso degli affari…. E, certamente, queste cose possono sembrare attraenti. Ma lasciarsi facilmente convincere a cambiare rotta per saltare sulla nave di altri è segno che non si è ancora trovata la direzione da dare alla nostra vita. Ciò che si sta cercando non esiste al di fuori di noi: la vita per cui siamo nati dipende da qualità interne, dai nostri punti di forza, e una volta che li abbiamo trovati, non ci vogliamo rinunciare.