4 Regole per chiedere scusa

 In "Pillole di PNL"

Capita a tutti prima o poi di combinare qualche pasticcio, siamo esseri umani! E quindi , di tanto in tanto, abbiamo tutti bisogno di chiedere scusa .
Ricordate che una cattiva scusa può però essere peggio di nessuna scusa.

Ecco quindi alcuni suggerimenti su come fare scusarsi nel modo giusto:

Siate chiari

Spiega per cosa ti dispiace aver sbagliato, per cosa stai chiedendo scusa.
Essere chiari nelle scuse aiuta l’ascoltatore a sapere che abbiamo capito cosa è successo.
“Mi dispiace per aver perso la pazienza” o “Mi dispiace di averti rotto la sedia” sono più utili di un semplice “Mi dispiace” .

Scusatevi solo per le vostre azioni

Avete mai avuto qualcuno scusarsi dicendo: “Mi dispiace che sei così sconvolto?” Non è una scusa!
Ne la è “Mi dispiace ma …” o “Mi dispiace, ma io …”. Quando ci si scusa non è il momento per giustificarsi o incolpare.
Scusandoci riconosciamo che , in un determinato momento, non abbiamo fatto la scelta migliore, non importa se la persona ha reagito in modo eccessivo, il fatto è che abbiamo tenuto un comportamento che non volevamo avere.

Impegnarsi a non ripetere l’errore

Conoscete persone che si scusano continuamente per poi fare sempre la stessa cosa?

L’essere dispiaciuto significa anche che ci si impegna a non fare lo stesso errore. A volte è solo questione di avere informazioni precise, a volte abbiamo bisogno di un supporto professionale per cambiare il nostro comportamento. I bambini, in particolare, possono avere bisogno di istruzioni precise per evitare di ripetere gli stessi errori.

Siate sinceri

Scusarsi dicendo un veloce “Mi dispiace”, prima di lanciarsi in una litania di lamentele un accuse, non è scusarsi.
Anche se l’errore commesso e piccolo e innocente, prendiamoci un attimo per riflettere sul disagio o dolore che il nostro comportamento può aver causato e comprenderlo col cuore.